Piccole grandi soddisfazioni allo Juventus Stadium

In questi ultimi giorni sono andata spesso per lavoro allo Juventus Stadium, a Torino.

Inutile dire che per una piccola Heidi di provincia come me arrivare lì e lavorare per la Vecchia Signora è un onore e un immenso privilegio, vista anche la tradizione calcistica della mia famiglia. Ma indipendentemente da questo, è un grande palcoscenico che è bello poter vivere, dopo anni di gavetta sui campi dei dilettanti qui in Emilia.

Ieri sera da Vinovo, training center della Juventus dalla prima squadra ai pulcini, sono volata allo Stadium per la Champions League. Il mio collega mi aveva avvisata: “Dovrai fare il percorso che fanno anche gli altri fotografi, con la Uefa non abbiamo scorciatoie dedicate”.

Mentre seguivo il percorso segnato dalle frecce, mi è caduto l’occhio su un pannello all’ingresso di uno dei settori dello stadio.
Mi è sembrata una foto famigliare, a memoria, ma ho voluto controllare oggi quando sono rientrata a casa. In effetti, una mia fotografia scattata lo scorso maggio all’ultima giornata di campionato campeggia lì, all’ingresso, e credo ci rimarrà ancora per qualche mese.

E anche se ero trafelata, in ritardo, affannata, di corsa, beh…per un millesimo di secondo, mi sono sentita davvero orgogliosa di me stessa. 🙂

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi